Questo sito usa i cookie per personalizzare la tua navigazione. Continuando a navigare su questo sito acconsenti all'uso dei cookie. Ulteriori dettagli.

OK

Vilmorin presenta il nuovo midi plum 48217 F1 di Hazera a Scoglitti e Pachino

20/12/2017

In parallelo all’aumento di interesse per la tipologia midi plum, che sta trovando il favore del consumatore anche nei nuovi mercati italiani ed europei, la ricerca Hazera propone una nuova varietà che contribuirà al miglioramento commerciale di questa tipologia, il pomodoro 48217 F1.

I caratteri salienti di questa nuova varietà sono tanti e tutti d’importanza agronomica e commerciale elevata: ottimo colore rosso intenso delle bacche, eccezionale resistenza alla spaccatura e alla sgrappolatura dei frutti, buona long shelf life (sia sulla pianta, sia dopo la  raccolta), ottima turgidità del rachide e dei sepali, grappolo lungo ed a lisca; presenta inoltre una buona precocità di maturazione, ottima tolleranza al TYLCV, significativa produttività iniziale, produttività totale elevata, adattabilità al ciclo di controstagione, pianta facilmente gestibile e coltivabile, internodi corti, vigoria equilibrata anche con allevamento in obbliquo.

Il team siciliano di Vilmorin Italia, che ha sviluppato questa varietà proveniente dalla ricerca Hazera, ha presentato questo nuovo ibrido nel corso di due serrevetrina, una a Scoglitti (Rg) lo scorso 7 dicembre ed una a Pachino (SR) lo scorso 14 dicembre; entrambe, hanno avuto una grande affluenza di produttori, di tecnici, di commercianti e di operatori del settore. La scelta di queste due location non è stata casuale perché il team di Vilmorin ha potuto verificare come il 48217 F1 si adatti al meglio a condizioni di coltivazione serricola differenti (distanti in questo caso oltre 60 km), ma che permettono comunque alla varietà di poter esprimere allo stesso modo e con alte prestazioni agronomiche i suoi caratteri peculiari principali.

La varietà può essere coltivata con trapianti dalla fine di agosto fino a tutto ottobre, sia con allevamento in verticale, sia in obliquo, quindi è possibile coltivarla sia in serre ad alta, sia a bassa cubatura. L’adattabilità all’allevamento in obliquo è tra i più elevati tra le varietà di midi plum e questo consente di sfruttare le serre a bassa cubatura in legno-plastica tipiche della fascia serricola sud orientale della Sicilia, ma anche di rendere al massimo in un ciclo lungo di controstagione.

 

Nella serravetrina tenutasi a Scoglitti il 48217 F1 è stato presentato proprio in una coltivazione allevata in obliquo; il dato più significativo è giunto dalla partecipazione non solo di produttori abituali della tipologia, ma anche di quelli che hanno iniziato da poco a produrre midi plum di controstagione. Ai produttori si sono affiancati molti tecnici di grosse aziende agricole del comprensorio, ma anche società di mezzi di produzione in agricoltura.

 

 

Nutrita ed interessata è stata anche la partecipazione alla seconda serravetrina dedicata sempre al 48217 F1, tenutasi a Pachino lo scorso 14 dicembre. Anche qui al folto numero di produttori si sono affiancati tecnici di aziende agricole, di cooperative, di società di servizi in agricoltura, di commercianti, che hanno mostrato forte interesse nel nuovo ibrido. Anche questa volta l’ibrido è stato allevato in obliquo ed ha mostrato un’ottima continuità fiorale, una buona tolleranza agli abbassamenti di temperatura e una buona precocità di maturazione.

Altre news

Vilmorin Italia porta in visita i produttori campani di ravanello al Centro Ricerca Hazera in Olanda

  L’ultima settimana di settembre Vilmorin ha organizzato un viaggio formativo in Olanda per un gruppo di produttori di ravanello della provincia di Caserta. L’areale casertano è ormai

Settembre 2018 -Vilmorin Italia con i produttori italiani al 2nd International Carrot Symposium di Cracovia

Dal 19 al 22 settembre 2018 la comunità scientifica si è riunita a Cracovia, Polonia, per il 2nd International Carrot Symposium and the other Apiaceae, dove sono state presentate pubblicament

Condividere